• SOSTENIBILITÀ
    MISURAZIONE DELL’IMPATTO


    SAINT LAURENT SI IMPEGNA PER RENDERE VISIBILE L’IMPATTO AMBIENTALE DELLE SUE ATTIVITÀ, QUANTIFICABILE ED EQUIPARABILE ATTRAVERSO L’ENVIRONMENTAL PROFIT & LOSS (EP&L) ACCOUNT DI KERING. DAL 2012, QUESTO STRUMENTO È STATO UTILIZZATO PER MISURARE LE EMISSIONI DI CARBONIO, IL CONSUMO DI ACQUA, L’INQUINAMENTO DI ACQUA E ARIA, L’UTILIZZO DEL SUOLO E LA PRODUZIONE DI RIFIUTI LUNGO TUTTA LA CATENA DI APPROVVIGIONAMENTO. CIASCUN IMPATTO È POI CONVERTITO IN UN VALORE MONETARIO PER AIUTARE AD INDIRIZZARE LE STRATEGIE, MIGLIORARE I PROCESSI E SELEZIONARE LE TECNOLOGIE PIÙ ADATTE.

    TRA GLI ASPETTI MESSI IN LUCE DALL’EP&L, È EMERSO CHE CIRCA IL 70% DELL’IMPATTO AVVIENE A LIVELLO DI PRODUZIONE E LAVORAZIONE DELLE MATERIE PRIME. QUESTO TIPO DI INFORMAZIONI HA ISPIRATO LA CREAZIONE DI PROGRAMMI DI SOSTENIBILITÀ SU MISURA PER LA MAISON E PER CIASCUNA CATEGORIA DI PRODOTTI. QUESTE INIZIATIVE SONO DISLOCATE LUNGO LA CATENA DEL VALORE, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA MASSIMIZZAZIONE DELL’EFFICIENZA DELLE RISORSE, ALL’IMPLEMENTAZIONE DELLE STRATEGIE PER LA CIRCOLARITÀ E ALLA CREAZIONE DI PRATICHE PER L’APPROVVIGIONAMENTO SOSTENIBILE, IN PARTICOLARE PER FIBRE E PELLE.

    IN LINEA CON LA STRATEGIA PER LA SOSTENIBILITÀ 2025 DI KERING, SAINT LAURENT È SULLA BUONA STRADA PER RAGGIUNGERE UNA RIDUZIONE DEL 40% SULL’INTENSITÀ EP&L RELATIVA ALLA CRESCITA, UTILIZZANDO IL 2015 COME PUNTO DI RIFERIMENTO. QUESTO OBIETTIVO RICHIEDE DI AGIRE LUNGO LA CATENA DI APPROVVIGIONAMENTO, DAGLI ALLEVAMENTI AL PRODOTTO FINITO, FINO ALLA SUA DISTRIBUZIONE SUL MERCATO. INOLTRE, SAINT LAURENT SI STA IMPEGNANDO PER RAGGIUNGERE IL LIVELLO ZERO NETTO DI EMISSIONI DI GAS SERRA ENTRO IL 2050. LA MAISON RAGGIUNGE GLI OBIETTIVI DEL SUO PROGRAMMA DI COMPENSAZIONE DEL CARBONIO ATTRAVERSO I PROGETTI VERIFICATI REDD+, CHE NON SOLO PRESERVANO LE FORESTE IN PERICOLO E LA BIODIVERSITÀ, MA SOSTENGONO ANCHE LE COMUNITÀ LOCALI.